Decreto Crescita: nuove misure

12.04.2019 - AMMINISTRAZIONE E FINANZA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato “salvo intese” il decreto legge Crescita, che introduce misure urgenti per la crescita economica mobilitando risorse per circa 850 milioni di euro. Il provvedimento stabilisce importanti interventi a sostegno degli investimenti privati delle imprese, come il rifinanziamento del Superammortamento al 130% per l’acquisto di beni strumentali nuovi fino a 2,5 milioni di euro (valido per il periodo dal 1 aprile al 31 dicembre 2019) e il rafforzamento della Nuova Sabatini con elevazione del tetto massimo degli investimenti a 4 mln di euro.

Per quanto riguardo il sostegno all’innovazione viene prorogato al 2023 il Credito di imposta per la ricerca (con aliquota del 25% per tutte le spese) e viene introdotta una nuova misura per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare. Sono inoltre previsti bandi annuali a sostegno del deposito di brevetti, marchi e disegni. Nel Decreto Crescita troviamo inoltre un contributo al 50% per la trasformazione digitale dei processi produttivi delle Pmi dei settori manifatturiero e servizi, con un investimento minimo di 200 mila euro.

Per quanto riguarda le startup le novità riguardano: il rafforzamento della misura Nuove Imprese a Tasso Zero con ampliamento della platea dei beneficiari e la semplificazione di Smart & Start (entrambe misure gestite da Invitalia), e la previsione di un voucher per il deposito di marchi e brevetti (per le startup innovative). Il testo del decreto deve ora essere trasmesso alla Camera per l’approvazione, pertanto le misure non sono ancora operative e necessitano di conferma.

UCIMU, tramite Probest Service-Servizi Finanziari Fincimu, è in grado di assistere le aziende nella stesura della domanda fino all’ottenimento dei benefici

Contatti

Direzione Relazioni Interne e Sviluppo Associativo

Marco Rosati
tel +39 02 26255.261
fax +39 02 26255.895
marco.rosati@probest.it