Nuova Sabatini

Tra le principali attività di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è quella di analisi e proposizione di strumenti di politica industriale volti a sostenere e implementare lo sviluppo del settore e delle imprese che ne fanno parte

La Nuova Legge Sabatini è esempio dell'impegno dell'associazione in tal senso: gli sforzi messi in campo da UCIMU nell'ultimo biennio hanno prodotto la reintroduzione del provvedimento che più di ogni altro ha contribuito all'industrializzazione del paese nel secondo dopoguerra. Il provvedimento dovrebbe favorire la ripresa del consumo di macchine utensili in Italia.

Le strutture associative monitorano costantemente l'evoluzione del provvedimento che resterà in vigore fino alla fine del 2018, fornendo consulenza alle imprese associate interessate a saperne di più.

In questa pagina sono disponibili tutti gli aggiornamenti e le news relative al tema.

In due parole ...

  • Quando  /  Operativa fino al 31 dicembre 2018.

  • Per chi  /  Possono fare domanda di finanziamento agevolato le PMI che vogliono acquistare beni strumentali (macchine utensili e altri macchinari di produzione).

  • Come  /  Il contributo è pari all'ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni; per investimenti in "manifattura digitale" il contributo è maggiorato del 30%.

  • Quanto  /  Disponibili 7 miliardi di euro di credito agevolato e ulteriori 560 milioni di euro di contributo.

News

Nuova Sabatini

03/05/2017

Statistiche  "Nuova Sabatini" aprile 2017.


Nuova Sabatini

03/04/2017

Statistiche  "Nuova Sabatini" marzo 2017.


Aggiornamento "Potenziamento Sabatini per investimenti Industria 4.0"

13/03/2017

Con circolare direttoriale 9 marzo 2017, n. 22504 sono state apportate alcune variazioni alle circolari n.14036 del 15 febbraio 2017 e n.17677 del 24 febbraio 2017, recanti le modalità di presentazione delle domande per la concessione e l’erogazione dei contributi di cui al decreto del Ministro dello Sviluppo economico di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze del 25 gennaio 2016. In particolare:

- l’allegato 6/A alla circolare n. 17677 del 24 febbraio 2017 è sostituito dall’allegato 6/A alla presente circolare.

Il comunicato relativo alla circolare è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

 

Nuova Sabatini

01/03/2017

Statistiche  "Nuova Sabatini" febbraio 2017.

 

Potenziamento Sabatini per investimenti Industria 4.0

15/02/2017

Con circolare n. 14036 del 15 febbraio 2017 sono state poi definite le modalità di presentazione delle domande di agevolazione per usufruire del contributo maggiorato, calcolato su un tasso di interesse annuo del 3,575%, a fronte dei già citati investimenti in tecnologie digitali e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti e, con decreto del Direttore Generale per gli incentivi alle imprese 16 febbraio 2017, n. 811, è stato fissato il termine del 1 marzo 2017 a partire dal quale le imprese possono presentare domanda per usufruire del menzionato contributo maggiorato.

 

Nuova Sabatini

31/01/2017

Statistiche  "Nuova Sabatini" gennaio 2017.

 

Nuova Sabatini

02/01/2017

Statistiche  "Nuova Sabatini" dicembre 2016.

 

Sabatini più conveniente per il futuro

03/11/2016

Il 2017 sarà un anno particolarmente favorevole per le imprese che devono rinnovare macchinari e attrezzature.
Nella nuova legge di bilancio è infatti previsto il rifinanziamento della Legge Sabatini fino al 2018.

La misura sostiene gli investimenti delle PMI per acquistare - o acquisire in leasing - macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali.

Secondo le prime anticipazioni diffuse dal quotidiano ItaliaOggi dello scorso 29 ottobre la misura sarà rafforzata tramite una maggiorazione pari al 30% per investimenti in tecnologie, quali gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID).

L’agevolazione sarà concessa, a fronte di una richiesta di finanziamento, nella forma di un contributo in conto impianti il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo pari all’investimento, al tasso d’interesse del 2,75 per cento.

La Sabatini sarà inoltre cumulabile con i benefici previsti dall’iperammortamento.

 

Nuova Sabatini

10/10/2016

Statistiche  "Nuova Sabatini" settembre 2016.

Nuova Sabatini: arrivano altri 5 mln

27/09/2016

Dopo la chiusura dello sportello disposta dal Ministero dello Sviluppo Economico lo scorso 2 settembre, per esaurimento delle risorse, con Decreto Direttoriale del 21 settembre sono stati stanziati ulteriori 5.870.600,07 euro.

L’operazione consentirà di incrementare l’importo della prenotazione disposta in misura parziale “e, successivamente - precisa il Decreto in parola - rispettando l’ordine di presentazione delle richieste all’interno della medesima trasmissione mensile, per soddisfare eventuali altre richieste di prenotazione risultanti prive di copertura”.

In definitiva, con le nuove risorse, l’importo complessivamente prenotato per il mese di settembre 2016 passa da 17.578.224,74 euro a € 23.448.824,81, consentendo così di accogliere tutte le richieste di prenotazione inizialmente non accolte sino a quella trasmessa alle ore 10:22:53 del 05 settembre 2016. 


Chiusura sportello “Nuova Sabatini” (c.d. “Sabatini Ter”)

05/09/2016

Il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato il decreto direttoriale del 2 settembre 2016 (v. allegato), che dispone la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi di cui all’articolo 2, comma 4, del Dl n. 69/2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, e successive modifiche e integrazioni. 

La data di chiusura dello sportello di ricezione delle domande dell'agevolazione “Beni strumentali Nuova Sabatini” è fissata al 3 settembre 2016.

Secondo quanto si legge nel Dd 2 settembre 2016, le domande delle imprese presentate a partire dalla suddetta data di chiusura dello sportello sono considerate irricevibili.

Le domande, invece, presentate alle banche o intermediari finanziari in data precedente a quella di chiusura dello sportello e non incluse in una richiesta di prenotazione già inviata al Mise, in caso di riapertura, devono essere inserite in una specifica richiesta di prenotazione e mantengono i diritti e le condizioni derivanti dalla data di presentazione originaria (avviso 2 settembre 2016).

Lo sportello sarà immediatamente riaperto in caso di rifinanziamento della misura agevolativa da disporre con legge di Stabiità o altro provvedimento di legge.

Nuova Sabatini

05/09/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" agosto 2016.


Nuova Sabatini

25/08/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" luglio 2016.

 

Nuova Sabatini

08/07/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" giugno 2016.


Nuova Sabatini

09/06/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" maggio 2016.


Nuova Sabatini

02/05/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" aprile 2016.


Nuova Sabatini

01/04/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" marzo 2016. 


Nuovi Macchinari: arriva la Sabatini Ter

01/04/2016

Emanata la nuova circolare attuativa relativa allo strumento agevolativo “Beni strumentali – Nuova Sabatini”, che fornisce le istruzioni necessarie e definisce gli schemi di domanda e di dichiarazione, nonché l’ulteriore documentazione che l’impresa è tenuta a presentare per poter beneficiare delle agevolazioni.

Le modifiche alla “Nuova Sabatini” prevedono che i contributi a favore delle PMI che acquistano beni strumentali nuovi possano essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dall’apposito plafond della CDP. Le banche e le società di leasing che si avvarranno di questa opportunità utilizzando la doppia provvista dovranno informare le aziende clienti che, a loro volta, potranno scegliere la tipologia di finanziamento che presenta le condizioni più favorevoli.

La richiesta di prenotazione del contributo verrà effettuata, una sola volta su base mensile ed entro il giorno 6, dalle banche/società di leasing direttamente al MISE il quale, verificata la disponibilità delle risorse, trasmetterà comunicazione di avvenuta prenotazione.

L’agevolazione sarà concessa alla PMI nella forma di un contributo in conto impianti il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo pari all’investimento, al tasso d’interesse del 2,75 per cento.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 2 maggio 2016.

 

Nuovi Macchinari: pronta la Sabatini Ter

10/03/2016

Sarà pubblicato nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, firmato di concerto con il ministro dell’Economia PierCarlo Padoan, con il quale viene data attuazione alle modifiche apportate alla “Nuova Sabatini”. 

I contributi a favore delle PMI che acquistano beni strumentali potranno essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dall’apposito plafond della Cassa Depositi e Prestiti. 

Le banche e le società di leasing che si avvarranno di questa opportunità utilizzando la doppia provvista dovranno informare le aziende clienti che, a loro volta, potranno scegliere la tipologia di finanziamento che presenta le condizioni più favorevoli. Il decreto riduce anche i tempi di concessione dei contributi e introduce elementi di semplificazione delle procedure e della documentazione da produrre per la loro erogazione.

 

Nuova Sabatini

01/03/2016

Statistiche  "Nuova Sabatini" febbraio 2016.

Nuova Sabatini

01/02/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" gennaio 2016.

Nuova Sabatini

07/01/2016

Statistiche "Nuova Sabatini" dicembre 2015.


Nuova Sabatini

11.12.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" novembre 2015.


Nuova Sabatini

06.11.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" ottobre 2015.


Nuova Sabatini

12.10.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" settembre 2015.


Nuova Sabatini

03.09.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" agosto 2015.


Nuova Sabatini

28.08.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" luglio 2015.


Nuova Sabatini

09.07.2015

Stastitiche "Nuova Sabatini" giugno 2015.


Nuova Sabatini

04.06.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" maggio 2015.


Nuova Sabatini

07.05.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" aprile 2015.

 

Sabatini-Bis: il MISE apre alla sostituzione del bene difettoso

28.04.2015

La Sabatini-Bis apre alla sostituzione del bene strumentale deteriorato o difettoso agevolato. Il bene deteriorato o con difetto di fabbrica, entro i tre anni dall’ultimazione dell’investimento, può essere sostituito con uno nuovo purché l’impresa ne dia comunicazione al MISE attraverso una dichiarazione sostitutiva di atto notorio firmata digitalmente dal legale rappresentante. Quest’ultima va inviata via Pec e nella stessa deve essere riportata la descrizione nonché i dati identificativi del bene sostitutivo.

Il MISE si riserva di effettuare i controlli sugli investimenti realizzati, finalizzati alla verifica della corretta fruizione delle agevolazioni inoltre, può acquisire dall’impresa beneficiaria (anche prima dell’erogazione delle agevolazioni) un campione di titoli di spesa e disporre apposite ispezioni in loco. <ulteriori dettagli>

 

Nuova Sabatini

07.04.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" marzo 2015.

 

Nuova Sabatini

13.03.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" febbraio 2015.

 

Nuova Sabatini

12.02.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" gennaio 2015.

 

Decreto Investment Compact velocizza la "Nuova Sabatini"

Con la pubblicazione sulla G.U. nr. 19 del 24.01.2015 è entrato in vigore, a decorrere dal 25 gennaio 2015, il Decreto Investment compact (D.L. 24 gennaio 2015, n. 3, contenente disposizioni urgenti per il sistema bancario e gli investimenti) che “sgancia“ la Nuova Sabatini dal plafond della CDP. Pertanto, il contributo statale in conto interessi sarà riconosciuto anche utilizzando provvista autonoma di finanziamenti concessi dalle banche e dalle società di leasing, senza ricorrere ai fondi messi a disposizione dalla CDP. Secondo i tecnici del Governo, la misura consentirà di velocizzare la procedura di erogazione dei finanziamenti e dovrebbe consentire alle imprese, stando alle attuali condizioni di mercato, di accedere ai finanziamenti a condizioni più convenienti.

 

Nuova Sabatini

29.01.2015

Statistiche "Nuova Sabatini" dicembre 2014.

 

Sabatini, situazione  al 31 dicembre 2014

16.01.2015

Il MISE ha pubblicato un bilancio delle attività svolte nell'anno appena concluso a supporto degli investimenti industriali. Provvedimento, come la “Nuova Sabatini”, che permette di coprire parte degli interessi a carico delle imprese sui finanziamenti bancari relativi agli investimenti in macchinari, impianti e beni strumentali, anche relativi a hardware, software e tecnologie digitali. Finora sono state presentate 9046 domande a banche o intermediari finanziari. Di queste, già 3681 sono state deliberate, corrispondenti a circa 1048 milioni di euro di finanziamento di Cassa Depositi e Prestiti (per oltre 74 milioni di euro di contributi MISE).
 

Sabatini Bis: dal 1° gennaio in vigore la circolare di adeguamento ai regolamenti CE

09.01.2015

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato la Circolare (24 dicembre 2014 - n. 71299) contenente le integrazioni e specificazioni alle disposizioni attuative dell’intervento Beni strumentali ("Nuova Sabatini") necessarie ai fini dell’adeguamento ai nuovi regolamenti comunitari di esenzione n. 651/2014 e n. 702/2014, in vigore dal 1° gennaio 2015. Da tale data dovranno essere utilizzati i moduli e gli schemi conseguentemente modificati, disponibili nella sezione dedicata nel sito del MISE. 

 

Nuova Sabatini

19.12.2014

Statistiche "Nuova Sabatini" novembre 2014.

 

Nuova Sabatini

20.11.2014

Rifinanziata di soli 12 milioni per il 2015 la "nuova Sabatini", la misura inserita nel Dl del fare 2013 che agevola l'acquisto e il leasing di beni strumentali da parte delle imprese. La dote salirà a 31,6 milioni nel 2016 e a 46,6 nel 2017. La misura, inserita nel Dl del fare del 2013, ha riscosso molto successo: al 16 ottobre scorso le richieste di finanziamento da parte delle Pmi ammontavano a 2,3 miliardi, per un totale di 7.594 istanze presentate alle banche/intermediari finanziari che nel frattempo hanno prenotato circa 1.240 milioni di finanziamento dalla Cassa depositi e prestiti e 96 milioni di contributi dello Sviluppo economico. Il Dl del fare prevedeva che il plafond Cdp, pari a 2,5 miliardi, fosse incrementabile, sulla base delle risorse disponibili, fino a 5 miliardi

 

Nuova Sabatini, la situazione  a ottobre 2014

Salgono a quota 2,3 miliardi le richieste di finanziamento da parte delle PMI; in particolare a ottobre, settima tornata mensile di prenotazione delle risorse relative alla Nuova Sabatini prevista dal decreto ministeriale del 27 novembre 2013, sono pervenute 779 domande per 221 milioni di finanziamenti Cdp. Conseguentemente il Mise ha prenotato ulteriori contributi statali per abbattere gli interessi. I risultati delle prime 7 tornate mensili di prenotazione delle risorse (da aprile a ottobre) mostrano un’importante risposta delle PMI allo strumento: 7.594 domande presentate alle banche/intermediari finanziari che nel tempo hanno dato luogo, allo stato, a una prenotazione di circa 1.240 milioni di euro di finanziamento Cdp e oltre 96 milioni di euro di contributi Mise. La prossima finestra temporale per presentare le richieste da parte delle banche e intermediari finanziari sulla base delle ulteriori richieste pervenute dalle imprese sarà aperta dal 3 al 6 novembre.

 

Nuova Sabatini, la situazione  a settembre 2014
Nel mese di settembre, le richieste di finanziamento agevolato per l’acquisto di beni strumentali presentate dalle imprese sono risultate 634, che portano il totale dei primi sei mesi a quota 6.815 per circa 2.006 milioni di euro di finanziamento della Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e oltre 154 milioni di euro di contributi MiSE. “Anche i dati di settembre confermano il successo della misura a sostegno degli investimenti in beni strumentali delle PMI. Attraverso la Nuova Sabatini, facilitando l’accesso al credito per rinnovare impianti produttivi e macchinari, il Governo ha voluto dare uno stimolo alla crescita e alla competitività del sistema produttivo italiano”. Le domande di agevolazione devono essere presentate alle banche/società di leasing, le quali, con cadenza mensile trasmettono le richieste di verifica disponibilità plafond alla Cassa Depositi e Prestiti e da quella data decorrono tutti i termini della procedura. La prossima finestra temporale per presentare le richieste di prenotazione da parte di banche e intermediari finanziari, sulla base delle richieste pervenute dalle imprese, si aprirà dal 1 al 6 ottobre. La Nuova Sabatini, introdotta con il DM 27 novembre 2013, si rivolge alle piccole e medie imprese industriali con finanziamenti agevolati, di importo compreso tra 20.000 e 2 milioni di euro, per l’acquisto o il leasing finanziario di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.


Nuova Sabatini, la situazione ad agosto 2014
Il mese di agosto conferma il successo della “Nuova Sabatini”, misura agevolativa per l’acquisto di beni strumentali che, operativa dal 31 marzo scorso, ha raccolto 991 richieste di finanziamento da parte delle Pmi, pari a 292 milioni di euro di risorse.

In soli cinque mesi, da aprile ad oggi, sono state inviate richieste per 1 miliardo e 836 milioni di euro di risorse per favorire gli investimenti di 6.181 imprese. In particolare, nei mesi di luglio ed agosto sono stati emanati dal Ministero 1.397 decreti di concessione riferiti alle richieste di aprile e maggio. Sono in corso di istruttoria le domande di giugno scorso. Si ricorda che le domande di agevolazione vengono presentate dalle imprese alle banche/società di leasing, le quali, con cadenza mensile (in una finestra temporale che va dall’1 al 6 di ogni mese) presentano le richieste di verifica disponibilità plafond alla Cassa Depositi e Prestiti e da quella data decorrono tutti i termini della procedura.
Inoltre, attualmente è in corso, da parte delle banche, il caricamento sulla piattaforma informatica del Mise dei dati puntuali relativi a ciascuna impresa, inserita nella prenotazione di luglio scorso, per consentire l’emissione del decreto di concessione del contributo entro i successivi 30 giorni.  Dall’1 all’8 settembre è aperta la finestra temporale per presentare le richieste di prenotazione da parte delle banche/intermediari finanziari (sulla base delle ulteriori richieste pervenute dalle imprese).


Sabatini bis, prestiti più facili

29.07.2014

La Sabatini rafforza la sua efficacia proprio con la possibilità di accesso, in via prioritaria e con modalità semplificata, al Fondo di garanzia per le PMI che, con la modifica del D.L. crescita, diventa ancora più agevole.

Inoltre, le risorse stanziate per la concessione dei contributi in conto interessi (pari a complessivi 191,5 milioni di euro), al fine della "semplificazione contabile" delle procedure di concessione, saranno versate in una contabilità speciale del Fondo per la crescita sostenibile, cui confluiranno anche eventuali ulteriori somme stanziate appositamente per la Sabatini.


Nuova Sabatini, la situazione a luglio 2014
Nella quarta tornata le richieste di finanziamento da parte delle PMI hanno toccato quota 5.200 per un ammontare di 1,5 miliardi di euro di risorse destinate a favorire gli investimenti delle imprese che intendono rinnovare i propri macchinari. Nel mese di luglio, il trend dei mesi scorsi si è confermato sia in termini di domande presentate che di risorse finanziarie. Infatti, per oltre 900 domande ricevute dalle banche è stata richiesta la prenotazione di un plafond Cdp di circa 257 milioni di euro, per un contributo ministeriale di circa 20 milioni di euro.


Wokshop "Nuova Sabatini"
Martedì 24 giugno 2014, dalle 10.30 alle 12.00, organizzato da UCIMU in collaborazione con MedioCredito Centrale, la sede associativa ha ospitato il workshop “Nuova Sabatini” dedicato ad illustrare dettagli e opportunità offerti dal nuovo strumento di finanziamento.


Nuova Sabatini
Nella terza tornata mensile di prenotazione delle risorse relative alla misura prevista dal decreto ministeriale del 27 novembre 2013 sono pervenute 1.211 domande da parte delle Pmi per 348 milioni di finanziamenti CDP. Conseguentemente il Mise ha messo a disposizione ulteriori 27 milioni di contributi statali per abbattere il tasso di interesse. Si osserva, al riguardo, che nel mese di giugno le richieste delle imprese sono cresciute dal punto di vista numerico e hanno fatto registrare un incremento dell'importo dei finanziamenti richiesti di oltre il 20% rispetto al mese precedente.


Conclusa la seconda tornata di prenotazione delle risorse per la Nuova Sabatini
Si è conclusa la seconda tornata mensile di prenotazione delle risorse relative alla misura di aiuto “Beni strumentali” – Nuova Sabatini, prevista del decreto ministeriale del 27 novembre 2013.

I risultati delle prime due tornate mensili di prenotazione delle risorse (aprile e maggio) mostrano una importante risposta delle Pmi allo strumento: 3.074 domande agli intermediari finanziari per circa 940 milioni di euro di finanziamento CDP e circa 71 milioni di euro di contributi MiSE(aprile: 2.010 domande, 655 milioni finanziamenti CDP, 50 milioni contributi MiSE; maggio: 1.064 domande, 285 milioni finanziamenti CDP, oltre 21 milioni contributi MiSE).

 

 

Nuova "SABATINI": nella prima settimana finanziamenti per 655 milioni di euro

24.04.2014

Sono 31 le richieste che corrispondono a 2.010 domande delle PMI trasmesse alla Cdp da parte delle banche e degli intermediari finanziari accreditati.
La prima fase della procedura di prenotazione si chiuderà la prossima settimana.
A inizio maggio nuova finestra per richiesta provvista.
Il Ministro Federica Guidi ha dichiarato: “Se come è prevedibile a fine anno il plafond di 2,5 miliardi andrà esaurito, siamo pronti a raddoppiarlo portandolo fino a 5 miliardi”.

Per maggiori informazioni:
Direzione Relazioni Interne e Sviluppo Associativo

Marco Rosati
tel +39 02 26255.261       fax +39 02 26255.895       internal.relations@ucimu.it