Credito Imposta Sud: le novità 2022

20.01.2022 - AMMINISTRAZIONE E FINANZA

Anche per il 2022 sarà possibile usufruire degli incentivi previsti dal Credito imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

L’incentivo finanzia l’acquisto di beni strumentali nuovi - in particolare macchinari, impianti e attrezzature varie - da parte di imprese localizzate nelle regioni Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna e nelle zone assistite dell’Abruzzo.

Cambia infatti per quest’anno il riferimento alle zone eleggibili ai sensi della Carta di Aiuti europei a finalità regionale 2022-2027 che inserisce il Molise fra le Regioni beneficiarie delle maggiori intensità di aiuto. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che costituisce presupposto per l’agevolazione l’acquisto di beni funzionali alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai ottenuti precedentemente e al cambiamento del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. La semplice sostituzione di beni strumentali dismessi, non osservando il principio della novità, non permette di fruire del beneficio.

Il Credito di imposta varia in base alla dimensione di impresa: fino al 45% per la piccola impresa, fino al 35% per la media impresa, fino al 25% per la grande impresa (solo per l’Abruzzo le aliquote scendono rispettivamente al 30%, 20% e 10%).

Le imprese che intendono avvalersi dell’incentivo devono presentare la comunicazione per la fruizione del credito d’imposta all’Agenzia delle entrate in via telematica.

UCIMU, tramite Probest Service-Servizi Finanziari Fincimu, è in grado di assistere le aziende nella stesura della domanda fino all’ottenimento dei benefici

Contatti

Direzione Relazioni Interne e Sviluppo Associativo

Marco Rosati
tel +39 02 26255.261
fax +39 02 26255.895
marco.rosati@probest.it